Arredamento ferramenta: la migliore disposizione interna per aumentare le vendite

disposizione interna ferramenta
Rio Verde: cogli subito i vantaggi dedicati ai nostri rivenditori

I negozi al dettaglio come il tuo sono i nostri unici partner commerciali e non vendiamo nelle grandi catene di brico.

Per questo siamo interessati al successo della tua impresa: conosciamo le necessità specifiche del settore e ti mettiamo a disposizione l’assistenza della quale hai bisogno.

Esiste una vera scienza che attinge dalla psicologia e dal comportamento del consumatore per offrire i prodotti giusti al momento giusto. Ecco la mappa.

Si chiama shelf marketing ed è una disciplina codificata e scientifica che si occupa di studiare la migliore disposizione interna della merce in un negozio con l’obiettivo di agevolare le vendite.

In pratica chi studia il comportamento del consumatore e la psicologia delle vendite si è occupato di tentare di comprendere quali sono i meccanismi che portano un cliente di un negozio ad esplorare la merce esposta e se esistono delle correlazioni fra le scelte d’acquisto e la disposizione della merce.

Il risultato di questi studi, che continuano ancora esplorando sempre nuove possibilità, è l’elaborazione di una serie di regole dall’efficacia verificata che possono significare per te un potenziale aumento dello scontrino medio nella tua ferramenta o negozio di vernici.

In questo articolo ci occupiamo di sintetizzare le regole di base delle scelte che riguardano l’arredamento ferramenta e rivendite di vernici, ovvero la disposizione degli scaffali e degli espositori all’interno del tuo punto vendita.

Vediamo meglio nel dettaglio.

Inizia con l’individuare degli spazi per la disposizione interna

Secondo le regole e la teoria dello shelf marketing, all’interno di qualunque punto vendita si potrebbe individuare una specie di mappa. La disposizione attuale degli scaffali nella tua ferramenta o rivendita di vernici può essere divisa già da subito in due aree:

  • Zone “calde”, che individuano quegli scaffali o corridoi o anche corner dove si può rilevare un traffico più intenso rispetto al resto del negozio. Per capirci, in un supermercato alimentare potrebbero essere le cosiddette “testate di gondola” ovvero l’inizio o la fine di ogni corridoio che affacciano sul passaggio centrale.
  • Zone “fredde”, che per alternanza è facile comprendere che siano le aree più “tranquille” o meno esposte al passaggio dei clienti. Per ovviare alla minor efficacia di queste zone in termini di business, solitamente vengono creati dei piccoli “percorsi obbligati” che conducano in modo forzato il traffico dei clienti. In questo modo si può bilanciare una tendenza.

Nella prima zona solitamente si inseriscono i prodotti a maggior consumo, quelli che molte persone cercano una volta entrati nel tuo negozio, i nuovi prodotti, le novità. Nella seconda zona, la fredda, si possono inserire le offerte speciali, le occasioni, le fine-serie che attraggono da sé il consumatore con la leva del risparmio. 

Le 4 opzioni “filosofiche” alla base dell’arredamento ferramenta

Come vedi le opzioni a tua disposizione hanno il vantaggio di semplificare molto dei concetti complessi. Se decidi però di spostare e rinnovare la disposizione interna del tuo negozio, puoi attingere da queste quattro opzioni che ti mette a disposizione la teoria dello shelf marketing.

1.      Percorso libero, il più adatto ai piccoli negozi

Si tratta di un’organizzazione che ricorda l’open space e che è generalmente adatta quando il negozio ha piccoli spazi. Quello che puoi fare, scegliendo questa opzione, è organizzare piccole isole attraverso le quali i clienti hanno la possibilità di girare liberamente, evitando di costringere il flusso in un percorso programmato.

Questo tipo di modello si è dimostrato, secondo gli studiosi, particolarmente adatto per quei dettaglianti che vogliono dare una precisa identità all’insegna, differenziandola dalle concorrenti, e che sanno di rivolgersi a un preciso segmento di mercato, magari di alto profilo.

Questo modello ha come “contro” una minore superficie espositiva a parità di spazio, però presenta un grande vantaggio che risulta particolarmente importante per i piccoli negozi: stimola gli acquisti cosiddetti “di impulso” cioè quelli non pianificati.

2.      Percorso forzato, va meglio per i grandi spazi

All’estremo opposto del layout a libera circolazione che ti abbiamo appena esposto, c’è la disposizione che prevede dei percorsi forzati per i clienti che, una volta dentro il negozio, devono attraversare per forza per riguadagnare l’uscita. È quella che viene adottata da uno dei più importanti marchi di arredamento svedese in tutto il mondo.

È un tipo di allestimento del negozio più adatto ai grandi spazi e l’obiettivo è quello di mostrare tutti i prodotti disponibili, per sollecitare l’acquisto non programmato. In questo caso però diventa assolutamente centrale lo studio della disposizione dei prodotti lungo i percorsi obbligati e, nello stesso tempo, vanno pianificate anche delle “scorciatoie” sia per motivi di sicurezza che anche per agevolare chi entra nella tua ferramenta o negozio di vernici per comprare un articolo specifico e che non gradisce spendere più tempo del necessario.

Può essere il caso, ad esempio, dei tuoi clienti professional (restauratori, artigiani, manutentori, etc) che conoscono già il tuo punto vendita, oppure dei clienti affezionati che – magari – hanno già attraversato il percorso decine di volte.

3.      Percorso a griglia, il massimo dello spazio espositivo

Mixando sapientemente una certa libertà di movimento concessa al cliente insieme a un percorso psicologicamente più agevole e quindi preferito dalla maggior parte delle persone, il layout a griglia ha il grande vantaggio di sfruttare al massimo la superficie espositiva. La disposizione a griglia si ritrova per lo più nei negozi medi e medio-piccoli proprio perché consente di esporre di più a parità di spazio.

È la disposizione che la maggior parte delle ferramenta sceglie perché consente di esporre tanta merce a scaffale e sirivela particolarmente adatta proprio alle categorie merceologiche offerte dai retailer di prodotti per bricolage e piccole riparazioni.

Lo schema “a griglia” permette un maggior controllo sulla circolazione nel punto vendita e ti permette quindi anche di guidare più facilmente il cliente verso lo scaffale giusto quando è alla ricerca di un articolo. Aumentando la superficie espositiva, hai l’immediato vantaggio di avere maggiore accesso ai prodotti disponibili sugli scaffali.
Tuttavia, come negli altri casi, anche qui ci sono dei “contro” da considerare: la disposizione a griglia non è particolarmente stimolante verso l’acquisto quindi è sicuramente più adatta se la tua esigenza è rispondere alle esigenze immediate dei consumatori. Un altro “contro” di questa disposizione è quella di mantenersi pressoché invariata nel tempo: ciò da un lato agevola l’acquirente che “impara” le posizioni degli articoli, dall’altro però riduce il tempo di permanenza nel punto vendita.

Se però vuoi aumentare il valore medio dello scontrino dovresti cercare di capire però che potrebbe essere arrivato il momento di cambiare qualcosa nell’arredamento della tua ferramenta o rivendita di vernici.

Ti piacerebbe rendere il tuo negozio un vero show room? Ti aiutiamo a organizzare lo spazio di vendita con idee e soluzioni per l’interno e per l’esterno, espositori e scaffali che ti permettono di ottimizzare la superficie attiva e abbellire il tuo locale.

4.      Percorso circolare per i negozi al dettaglio

L’idea di un percorso circolare adotta una disposizione degli scaffali che sfrutta al massimo le pareti perimetrali lasciando la zona centrale a “libera circolazione”. Per semplificare, è la disposizione che viene scelta dalla maggior parte dei negozi di abbigliamento, anche su grandi superfici. Questo perché senza dubbio è, insieme al percorso libero, l’opzione che valorizza maggiormente lo spazio anche dal punto di vista estetico.

Puoi mostrare la ricchezza del tuo assortimento e avere a disposizione una serie di desk centrali dove sistemare espositori più piccoli, desk dimostrativi, sample e tutto ciò che può risultare utile o attrattivo per i tuoi clienti e stimolare degli acquisti specifici, che a te interessano di più perché più profittevoli.

Arredamento ferramenta: l’estetica è importante

Riveliamo un segreto di Pulcinella se diciamo che le piccole e medie ferramenta, generalmente, sono punti vendita che pongono l’estetica ai margini della lista delle cose importanti per il negozio. Si dà più importanza alla semplicità di gestione degli scaffali, dei rifornimenti, dell’uso degli spazi per ridurre l’affollamento in magazzino, che comunque ha il suo costo. Molti negozi di ferramenta o rivendite di vernici assomigliano più a una warehouse: vetrina, ingresso, bancone non sono quasi mai valorizzati come potrebbero allo scopo preciso di aumentare vendite e scontrino medio.

Il fatto però che non te ne sia occupato fino a oggi, non significa che questo miglioramento ti sia precluso. Puoi iniziare da subito a studiare un allestimento più funzionale ai tuoi clienti e che risulti vantaggioso per il tuo portafoglio.

Il passaggio concettuale da fare è infatti questo: metti al centro i tuoi clienti, i loro bisogni e le loro preferenze, costruisci un punto vendita come quello che ti piace di più, dai al tuo punto vendita una veste originale senza pensare troppo alle consuetudini. Quello che puoi ottenere è un miglioramento dell’esperienza del cliente spingendo all’acquisto anche sul lato emozionale.

Migliorare la disposizione in ferramenta: da dove comincio?

Se questo articolo ti ha fatto pensare che hai dei margini per migliorare il tuo negozio che non hai ancora considerato, è arrivato il momento di agire! Se non sei pratico di riorganizzazione degli spazi, se non sei appassionato di arredamento e non confidi nel tuo senso estetico, se vuoi anche solo dare più carattere e personalità al reparto dedicato alla vernici per legno, puoi approfittare della preziosa consulenza preziosa di Rio Verde. Un partner – non più un classico fornitore – che è interessato al miglioramento del tuo punto vendita inteso come spazio al servizio di verniciatori sempre più esigenti e desiderosi di farsi ispirare e consigliare.

La nostra lunghissima esperienza nel mercato delle vernici per il legno ci spinge a pensare che il uno spazio espositivo migliore va di pari passo a un business migliore.

Cogli subito i vantaggi dedicati ai rivenditori Rio Verde. Approfitta delle soluzioni di design come i nostri espositori, i nostri scaffali e le pareti del colore. Compila il form e sarai ricontattato senza impegno da un nostro consulente che ti racconterà di più di noi e del mondo delle vernici hi-tech per il legno, facendoti apprezzare le iniziative, le agevolazioni e i plus dedicati alle ferramenta e alle rivendite di vernici.


Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

LA GARANZIA RENNER

ALTA TECNOLOGIA E SCELTE SOSTENIBILI

Le vernici Rio Verde sono prodotte all’interno dei laboratori Renner Italia, leader nella produzione di vernici per il legno per interni ed esterni. Ciò garantisce prodotti ad alta tecnologia e all’avanguardia. 

Il nostro impegno per l’ambiente è costante, ambizioso e innovativo. Per questo le nostre vernici sono certificate.

Forse potrebbe interessarti anche...

oscar della ferramenta
Per migliorare il tuo negozio

Gli Oscar della ferramenta e i segreti i dei retailer top

L’Hardware Fair di Bergamo è una tra le fiere del settore ferramenta e colorificio più importanti. Il 5 e 6 maggio 2023, saranno nominati i nuovi Oscar della Ferramenta. Ma come si diventa un Oscar della Ferramenta?

Non rimandare!

Ricevi subito aggiornamenti utili per il tuo colorificio o la tua ferramenta

Lascia la tua email qui sotto e assicurati la priorità