Marketing per ferramenta e negozi di vernici: le strategie locali

marketing per ferramenta
Rio Verde: cogli subito i vantaggi dedicati ai nostri rivenditori

I negozi al dettaglio come il tuo sono i nostri unici partner commerciali e non vendiamo nelle grandi catene di brico.

Per questo siamo interessati al successo della tua impresa: conosciamo le necessità specifiche del settore e ti mettiamo a disposizione l’assistenza della quale hai bisogno.

La concorrenza dei grandi brico GDO è grande, ma è vero che ci sono delle opportunità alle quali il piccolo ferramenta di quartiere può puntare con la giusta strategia. Ecco come puoi usare internet e i social per attirare clienti nel tuo negozio

Come posso far conoscere il mio negozio a più persone? Come posso migliorare la mia presenza sul mercato?

Se ti poni queste domande mentre sei al lavoro nella tua ferramenta o nel tuo negozio di bricolage, devi sapere che esistono molti strumenti e tecniche che ti consentono di far conoscere il tuo punto vendita e le tue offerte a un pubblico più ampio e che puoi mettere in azione da subito.

Vediamo quali sono.

Strategie tradizionali per il marketing di una ferramenta

Forse in questo paragrafo troverai delle indicazioni che già stai mettendo in pratica, se è così puoi approfittare per verificare se stai facendo proprio tutto ciò che tradizionalmente si intende come marketing per ferramenta.

1.      Inizia dalla visibilità locale

È importantissimo per un punto vendita di prossimità com’è la maggior parte delle ferramenta, dei brico e dei negozi di vernici, rendere il negozio visibile e facilmente individuabile. A questo proposito sono fondamentali l’insegna e la vetrina che ti consentono di carpire l’attenzione nel tuo quartiere oppure di far sì che chi ti sta cercando ti trovi più facilmente.

Investi un po’ per creare un’insegna luminosa e accattivante e per studiare una vetrina fantasiosa e colorata. Talvolta le vetrine dei negozi di ferramenta sono poco curate. L’attività frenetica occupa gran parte del tuo tempo e non riesci a riservare alla vetrina la giusta attenzione? Niente paura: spesso basta anche solo un piccolo accorgimento per renderla migliore.

Esistono molti articoli in rete che ti spiegano come personalizzare una vetrina (il cosiddetto visual merchandising) e far sì che colpisca chi la vede diventando un vero magnete per attirare nuovi clienti. Puoianche dare uno sguardo a social network come Pinterest dove trovi molti esempi di allestimenti belli e curiosi.

Generalmente, però, la strada per trovare un modo giusto di allestire la vetrina è pensare a quello che adorano i tuoi migliori clienti: un mobiletto di attrezzi ordinato e luccicante? Un tavolo in legno per metà in restauro e per metà riverniciato con una vernice ad acqua dal colore di tendenza? Cassette per gli attrezzi fiammanti e piene di optional? Puoi sbizzarrirti per offrire alla vista dei tuoi potenziali clienti esattamente ciò che hanno sempre desiderato… come un negozio di abbigliamento mette in vetrina i pezzi più desiderati, così dovresti fare tu.

2.      Organizza dimostrazioni in negozio e invita i tuoi migliori clienti

Sta prendendo sempre più piede in Italia, ma in molti Paesi è un fenomeno che ha già molti anni. Le ferramenta di quartiere sono delle vere e proprie scuole di bricolage per i clienti che, di tanto in tanto, possono partecipare a giornate di dimostrazione dei migliori prodotti.

Ad esempio puoi proporre un incontro su “Come riverniciare un mobile in legno” e proporre una dimostrazione con un esperto che spiegherà come si progetta il restauro di un mobile in legno e come si realizzano gli effetti speciali più richiesti, come lo shabby chic, usando i prodotti in vendita nel tuo negozio. In questo modo, se i tuoi clienti hanno in programma di rimettere a nuovo una porta, le ante della cucina o una vecchia dispensa, penseranno subito a te e ai tuoi prodotti per farlo. Allo stesso modo, se non hanno in programma di farlo, forse verrà loro voglia di ripetere ciò che hanno visto fare, e sicuramente troveranno qualcosa da rimettere a nuovo in giro per casa… Gli appassionati di fai-da-te hanno mille risorse!

Se vuoi organizzare una dimostrazione dei prodotti Rio Verde nel tuo negozio, contattaci subito: possiamo fornirti il supporto, l’esperto e il materiale che ti occorre

3.      Cura l’interno della tua ferramenta per invitare all’acquisto

Scaffali in ferro alti, scatoloni a vista, un bancone troppo pieno di cose, e poi sacchi di gesso o secchi di vernice appoggiati su pallet in mezzo al corridoio principale. Se alzi lo sguardo e vedi questo intorno a te, allora significa che è arrivato il momento di fare un po’ di ordine nel tuo negozio di ferramenta con l’obiettivo non solo di razionalizzare, ma anche e soprattutto di rendere la disposizione dei tuoi prodotti funzionale alla vendita.

Per farti capire quanto è importante, sappi che esiste una disciplina specifica che si occupa di individuare tutte le potenzialità dell’allestimento degli scaffali interni di un negozio. Si chiama shelf marketing e si occupa di trovare le migliori collocazioni per il cliente, accompagnandolo verso i migliori prodotti.

Una delle prime regole dello shelf marketing è quella di porre vicini gli articoli simili, ma anche di sistemare vicini gli articoli che sono collegati per il loro uso: ad esempio vernici per il legno e pennelli adatti. Allo stesso modo andrebbero sistemati gli articoli più rilevanti al centro, mentre negli scaffali più bassi o più alti meno importanti.

Allo stesso modo ricorda, se vuoi, di creare dei percorsi per raggiungere il bancone o la cassa che fungano anche da pro memoria per la clientela che li attraversa. Vuoi mettere il vantaggio di trovarsi a portata di mano articoli utilissimi come la piccola attrezzistica (metri, fettucce, contenitori per chiodi) o prodotti per le necessità di tutti giorni (guanti, spatole, prodotti usa e getta, nastro adesivo, fettucce di sicurezza, plastiche protettive, etc). Si tratta in fondo di aiutare il cliente che, vedendo l’articolo, pensa “Ah, ecco costa stavo dimenticando di prendere!”.

4.      Valuta la pubblicità cartacea (ma occhio ai costi)

Un metodo tradizionale per far conoscere il tuo negozio di ferramenta è produrre materiale informativo come volantini, manifesti e adesivi. La pubblicità cartacea può aiutare il tuo punto vendita ad acquisire visibilità, specialmente quando ci sono delle promozioni, ma devi farlo in modo costante e occuparti di individuare dei luoghi strategici dove il tuo cliente ideale potrebbe incontrarli: nessuno meglio di te conosce i tuoi clienti e il luogo dove nasce il tuo punto vendita.

Come abbiamo detto è un’attività da fare in modo costante e questo significa però anche costi che possono diventare importanti sul bilancio annuale. Per una promozione cartacea devi considerare la progettazione strategica e grafica, la ricerca o la produzione del materiale fotografico, la stampa e la distribuzione della pubblicità.

Inoltre, dovrai cercare di capire se l’investimento in pubblicità cartacea ha funzionato e misurare la visibilità che sei riuscito ad acquisire. Perciò dovrai fare domande ai nuovi clienti, chiedendo se hanno visto – e dove – il manifesto o il volantino. In questo modo potrai avere la percezione dell’efficacia della tua campagna.

Strategie digitali per il marketing di una ferramenta

Hai una ferramenta o un colorificio?
Fai crescere il tuo business, diventa rivenditore Rio Verde

    Digital marketing in ferramenta? Perché no. In fondo internet arriva ovunque, anche direttamente nelle mani dei tuoi potenziali clienti attraverso i loro smartphones.

    Solo che il computer e la tecnologia sono un po’ lontani dalla tua quotidianità e non hai ancora ben capito cos’è che si deve fare per lavorare con ‘sto internet. Tutto sommato non è così diverso dalla promozione tradizionale e se ti farai aiutare, potrai raggiungere risultati molto importanti. Ma da dove si comincia?

    Chi ti cerca ti deve trovare! Fai subito questo

    Quante volte ti è capitato di dover chiamare un ristorante per prenotare e hai trovato il numero su Google? Quante altre volte volevi capire se un negozio fosse aperto o chiuso e hai provato a chiedere a Siri? Okay, puoi farti trovare anche tu e per farlo devi sederti un momento al computer e fare una serie di operazioni facilissime e gratuite.

    Imposta Google My Business per la ferramenta, è gratis

    Niente di più facile che usare Google MyBusiness per informare chi sta cercando una ferramenta nei dintorni o magari proprio il tuo punto vendita. Qui sotto puoi vedere una immagine (la propone anche Google sulle pagine dedicate al servizio) di come potrebbe essere la scheda personale della tua attività sul motore di ricerca.

    Per compilare la tua scheda puoi entrare e rivendicare la tua attività qui: https://www.google.com/intl/it_it/business/business-profile/ e gestire le attività facendo sapere quali sono le informazioni più importanti che vuoi dare ai tuoi potenziali clienti.

    Qui puoi indicare il tuo numero di telefono per i contatti, l’indirizzo esatto, altre informazioni che vuoi che i tuoi clienti sappiano (ad esempio se sei un rivenditore di un determinato marchio). Puoi inserire delle foto, l’indirizzo del tuo sito internet aziendale se ce l’hai, e gli orari e i giorni di apertura e di chiusura anche se si tratta di festività o di ferie.

    Queste informazioni sono importantissime e devono essere precise e curate sempre. Se cambi qualcosa, ricorda di aggiornare la tua scheda. Per fare le cose al meglio, non dimenticare di verificare la tua attività attraverso un meccanismo semplicissimo. Una volta compilato il form, Google ti chiederà se vuoi ricevere una cartolina con un codice. Una volta ricevuta questa cartolina fisica, torna sul sito e inserisci quel codice. La tua attività guadagnerà una spunta verde che informerà i tuoi potenziali clienti che il luogo è verificato, quindi reale.

    Scegli con cura su quali social network essere

    Facebook, Instagram, LinkedIn, TikTok, Pinterest e poi anche le chat come WhatsApp e Telegram che possono essere annoverate senza temere fra i social network più usati. Se volessi avere tutto, finiresti con il non controllare e aggiornare niente. E questo è persino peggio che non esserci.

    Così ciò che puoi fare è cercare di capire qual è il social sul quale puoi trovare più potenziali clienti. Una volta che hai scelto, crea un profilo aziendale, carica delle foto ben fatte del tuo punto vendita e inizia a fare attività: chiedi l’amicizia dei tuoi contatti diretti, poi dei tuoi vecchi clienti, insomma fai sapere che adesso ci sei.

    Tutto questo non è però sufficiente. Pianifica di far passare almeno una volta ogni due, tre giorni le attività quotidiane dalla tua pagina Facebook: scatta una foto e metti un bel commento quando arrivano nuove forniture, nuovi prodotti, mentre sistemi tutto, mentre fai l’inventario, mentre riordini uno scaffale, e ovviamente mentre qualcuno compra qualcosa o quando ci sono degli eventi in ferramenta, oppure se partecipi a una fiera di settore, anche come semplice visitatore, oppure quando un cliente soddisfatto ti porta a vedere il comò della bisnonna appena restaurato con i prodotti che ha acquistato da te.

    Tutto questo deve diventare uno strumento di promozione e, se ti alleni, imparerai a vedere occasioni in ogni momento della tua giornata lavorativa. Perché chi ha successo sui social è bravo a fare proprio questo: indovinare ciò che al pubblico piace, incuriosisce o diverte e mostrarlo nella quotidianità.

    I social possono aiutarti a raggiungere senza investimenti pubblicitari molti contatti, ma anche qui è un lavoro specifico e non necessariamente a breve termine: datti tempo sei-otto mesi di lavoro costante prima di verificare i risultati ottenuti. Le idee possono essere tante e diverse e più sarai originale ed efficace, meglio renderanno i tuoi strumenti digitali.

    Se pensi che sia troppo costoso farti affiancare da un professionista (che è sempre la scelta principale quando si parla di marketing sui social network) allora pensa a un corso di formazione che possa consegnarti gli strumenti per migliorare anche le tue conoscenze.

    Cosa si aspettano i tuoi clienti da te?

    Con qualunque mezzo li raggiungerai, dovrai dimostrare di essere competente, fornito, aggiornato, insomma di essere quello che sei: un vero punto di riferimento per chiunque abbia bisogno anche solo di un consiglio su quale vernice scegliere o quante mani di impregnante passare sul portoncino. Ecco perché una grande opportunità per te è quella di diventare dispensatore di consigli sul tuo settore di riferimento.

    Condividi su facebook
    Condividi su linkedin
    Condividi su twitter
    Condividi su email

    LA GARANZIA RENNER

    ALTA TECNOLOGIA E SCELTE SOSTENIBILI

    Le vernici Rio Verde sono prodotte all’interno dei laboratori Renner Italia, leader nella produzione di vernici per il legno per interni ed esterni. Ciò garantisce prodotti ad alta tecnologia e all’avanguardia. 

    Il nostro impegno per l’ambiente è costante, ambizioso e innovativo. Per questo le nostre vernici sono certificate.

    Forse potrebbe interessarti anche...

    oscar della ferramenta
    Per migliorare il tuo negozio

    Gli Oscar della ferramenta e i segreti i dei retailer top

    L’Hardware Fair di Bergamo è una tra le fiere del settore ferramenta e colorificio più importanti. Il 5 e 6 maggio 2023, saranno nominati i nuovi Oscar della Ferramenta. Ma come si diventa un Oscar della Ferramenta?

    Non rimandare!

    Ricevi subito aggiornamenti utili per il tuo colorificio o la tua ferramenta

    Lascia la tua email qui sotto e assicurati la priorità